Quando immaginiamo di possedere una “casetta” o ne vediamo una raffigurata, immediatamente pensiamo ad un piccolo ma importante spazio che possa custodire  qualcosa di speciale. A Bologna, nel centro della città, troviamo la Casetta dell’Arstista.  “Una Factory degli anni 2000” ho pensato, mentre intervistavo Giulia Sollai, originaria di Pula che ha scelto nel 2006 Bologna per proseguire gli studi nel campo dell’arte iniziati nella nostra città. Terminato il percorso formativo nell’Accademia di Belle Arti, si specializza in illustrazione e pittura. Determinata fin da piccola a sviluppare le sue abilità artistiche, che con il tempo si sono rivelate varie, Giulia ha avuto la grandiosa idea di unirle tutte in un unico progetto: la Casetta dell’Artista. È la stessa abitazione di Giulia Sollai che si modella per dare vita al progetto e a tute le attività che si svolgono al suo interno ed essendo lei stessa un’artista, è anche il suo Studio d’ Arte dove porta avanti il proprio percorso creativo personale che si muove su differenti discipline: dalle arti visive alle arti applicate utilizza qualsiasi mezzo le permetta di esprimersi. La Casetta degli Artista è ancora un Art Gallery. Giulia seleziona degli artisti e dei fotografi che espongono alternandosi nei mesi, le opere all’interno degli spazi della casa.

Tutte le attività culturali non sono a scopo di lucro. L’ unico scopo è quello di arricchirsi tramite le esperienze e la conoscenza di persone creative.

E per chiudere il cerchio, la curatrice ha pensato di riservare una stanza con formula B&B agli ospiti che arrivano da tutte le parti del mondo. Artisti, appassionati d’arte, interessati o curiosi, arrivano qui anche a raccontare le proprie esperienze. È un arricchimento reciproco continuo.

Foto Gallery; interni della Casetta dell’Artista, t-shirt, disegni ispirati alla Sardegna e le borse di Gamberini Bag.

L’immersione di Giulia Sollai nel mondo dell’arte sembra non avere confini. È cresciuta in una famiglia di artigiani che hanno saputo trasmetterle tradizione e abilità manuali. Tra i suoi lavori più recenti, le t-shirt che raffigurano spesso soggetti femminili ma anche fiori e animali. Le illustrazioni sono state scelte da Gamberini Bag un brand romagnolo, per arricchire una linea di borse che saranno presentate il prossimo 15 dicembre nella Casetta dell’Artista. Ma la curatrice di questo eccletico spazio, ha ancora tanti sogni da realizzare e uno di questi riguarda quello di far conoscere i disegni ispirati alla nostra Sardegna.