Esattamente un anno fa Cagliari Moda incontra Manuele Mameli per la prima volta e da allora il Celebrity Glam Artist conquista altri straordinari successi . Un talento che non si discute e un nome che è diventato sinonimo di garanzia, eccellenza e stile. Tutte lo vogliono e i beauty brands fanno a gara per collaborare con Manuele Mameli. Ardua impresa riassumere gli avvenimenti piú importanti dallo scorso giugno fino ad oggi. Let’s try!

Tra le Campagne e le copertine più significative nelle quali si riconosce il lavoro di Manuele Mameli: Lancome, Patrizia Pepe, Vanity Fair, Grazia, Elle. Le collaborazioni con big beauty brand: Rinascente, Sephora Italia, Darphin, ZalandoBeauty. Testimonial di Nivea e de La Roche Posay. Presente agli Oscar 2019 con la sua musa Chiara Ferragni con la quale condivide una favolosa amicizia,  stima reciproca e un’ altissima professionalitá che si tradurrá in Beauty Bites, tra gli eventi dedicati al mondo del beauty più seguiti in Italia tra visualizzazioni e presenze in sala. Inizia Glam Masterclass Tour nelle città d’Italia e ultima news, vedremo Manuele tra i giudici di Face Awards di Nyx. Ospite a Cagliari per il suo primo evento pubblico organizzato da Douglas e se un pochino abbiamo imparato a conoscerlo, sarà emozionatissimo.

Un altro grande anno per te Manuele. Come stai?

Eh si, un anno pazzesco. Ancora non sono riuscito a realizzare tutto quello che di straordinario mi è capitato. Un susseguirsi di emozioni talmente forti e talmente veloci che spesso non ho nemmeno il tempo di metabolizzare. Però si, sto bene. Sono felice.

Hai incontrato i tuoi followers e condiviso grandi esperienze con Beauty Bites e Glam Mastersclass Tour. Quali sono stati i momenti più emozionanti?

Con beauty Bites, progetto che condivido con Chiara, e il tour da solo per le città d’Italia ho avuto la possibilità di incontrare migliaia di fan. Ancora resto sconvolto dalla quantità di persone che venivano ai miei incontri, un conto avere tanti followers su Instagram, ma poi vederli lì per te, è una cosa indescrivibile. Ancora non ci credo. Emozionante proprio questo dall’on Line all off line tutte quelle persone che venivano lì per me. Io ogni volta mi aspettavo sempre venissero in 4  invece in ogni città si intasava il negozio.

Nella scorsa intervista non desideravi essere definito un “beauty influencer” . Un po’ lo sei diventato?

Ancora mi fa strano, però si effettivamente tra i vari cambiamenti di questo anno c’è anche questo, faccio parte anche io dell’agenzia “The blonde salad” come talent, quindi sono rappresentato da loro insieme a Chiara, Valentina, Francesca Ferragni e Marina Di Guardo. Anche questo è un grosso cambiamento, ma la mia filosofia resta sempre la stessa, collaboro e sponsorizzo solo brand o prodotti in cui credo realmente e che veramente utilizzo nella mia vita personale e da make-up Artist.

Ultima news, la tua presenza al Face Awards di NYX insieme a Carlotta Giacuzzo e Greta Agazzi. Tutte le fasi del contest sono visibili esclusivamente on line? Cosa ti aspetti dai partecipanti? Che giudice sarai? Come si riconosce un talento?

Fare il giudice ai face awards è un altro piccolo sogno che si realizza. Ho sempre guardato con forte ammirazione tutti i partecipanti gli anni scorsi, ragazzi con un talento esagerato, esserne coinvolto in maniera così importante mi rende tanto orgoglioso e spero di ricoprire bene questo ruolo. Sarò un giudice giusto, molto obbiettivo come lo sono per tutte le cose, anche le mie. Anzi spesso con me sono troppo pretenzioso. Con loro lo sarò meno, mi farò catturare dalla creatività e dall’idea del progetto non solo dalla bravura tecnica.

In riferimento ad una delle tue recenti stories in cui parli di un episodio di bullismo cogli l’occasione per ricordare alle famiglie l’importanza dell’educazione e il rispetto verso gli altri . Quando vivi episodi di questo tipo in prima persona o lo subiscono i tuoi cari, ricordo il caso di body shaming uscito su una testata durante l’ addio al nubilato di Chiara Ferragni, ti schieri con fermezza. Qual è il tuo ruolo considerata la tua popolarità ? Senti una responsabilità sociale in qualche modo ?

Mi piace far capire alle persone che mi seguono, che oltre quello che vedono, si cela una persona vera, con sentimenti, paure, e una certa sensibilità. E questo vale per tutti, non sappiamo mai cosa realmente sta vivendo la persona che abbiamo davanti, quindi prima di ogni giudizio dobbiamo pensarci almeno 10 volte. Non sento il dovere di farlo solo perché ho tanti followers, mi sento di farlo perché io sono così, con o senza seguito. Non mi piacciono le persone che per sentirsi più forti screditano gli altri, non mi piace la gente invidiosa, e soprattutto non mi piacciono i maleducati. Nelle ultime stories parlavo del fatto che effettivamente, la nuova generazione risulta essere un po’ maleducata, quasi come se tutto fosse permesso. Se i ragazzini ancora minorenni, fanno i bulletti a scuola trovo che sia per la maggior parte delle volte colpa dei genitori, dei riferimenti che hanno e dell’educazione che hanno ricevuto. Se educassimo tutti al rispetto reciproco non ci sarebbero più generazioni di ragazzini bulli.

Le tue vacanze estive? Ti vedremo anche in Sardegna?

Vacanze tanto attese quest’anno, farò una settimana di vacanza (l’ultima di luglio)  con Chiara, meta ancora da definirsi, ma sono così stanco di viaggiare che probabilmente il mese di agosto lo passerò qui in Sardegna dalla mia famiglia.