Cagliari Moda incontra Rossella Oppes, consulente d’immagine certificata dal London Image Institute, la scuola più prestigiosa a livello internazionale. È specializzata in Colour Analysis e Personal Development.

Consulente di Immagine, una professione certamente affascinate e che suscita molta curiosità, come sviluppi il tuo lavoro?

Ascolto il cliente prima di tutto: devo capire chi è, cosa fa e di cosa ha bisogno. L’immagine non si ferma alla superficie. Ha un significato più profondo che tocca l’anima. Lo stile di vita, i desideri, gli obiettivi professionali. Il mio lavoro mette insieme tutti i tasselli del puzzle per comporre un’immagine che sarà spontanea, armoniosa e vincente.

Per arrivare a questo traguardo, come aiuti in concreto i tuoi clienti?

Dopo la fase conoscitiva, passo alla scienza. Sì, la consulenza d’immagine, quella vera, parte da un insieme di test e misurazioni. Una di queste è l’Analisi del colore su cui ho una preparazione avanzata che mi permette di individuare 30 colori che il cliente dovrà indossare. Se in genere le consulenti d’immagine, alla fine della consulenza, forniscono al cliente una palette preconfezionata, io invece sono in grado di comporre una palette personalizzata. La palette personalizzata ha lo scopo di valorizzare il cliente, arrivando a produrre, per esempio, un effetto liftante sul suo volto. Voglio dire che, per essere più belli, basterebbe il giusto colore sotto il volto. Ciò significa apparire più giovani e riposati, senza ricorrere all’uso eccessivo di makeup. Il makeup potrà completare l’opera ma non sarà lo strumento per bilanciare l’effetto di un colore.

E’ davvero possibile? Se esiste un modo, siamo pronte a scoprirlo!!

L’unico modo per scoprirlo è farlo. I miei occhi sono stati allenati sui colori, sono in grado di riconoscere ogni micro-differenza tra loro.
I colori sono fondamentali per la nostra immagine, ognuno di noi ha i suoi colori donanti ed esiste poi la composizione dei colori nei look che determina quanto un look sia powerful o meno.
La scelta dei colori su tutto ciò che indossiamo naturalmente: colori degli abiti e degli accessori, colori dei bijoux, colori dei capelli e del makeup.
La consulenza non si esaurisce nei colori. È un percorso che tocca lo stile e il personal branding. Oggi siamo tutti emanazione del nostro brand. La nostra immagine, per essere vincente, deve essere spontanea e, allo stesso tempo, credibile da parte di tutti i nostri interlocutori.

Qual è lo stile di Rossella Oppes?

Dimmelo tu, qual è il mio stile?

Elegante?

Esatto, elegante e moderno, è riconoscibile in ogni dettaglio. Dalla testa ai piedi. Se l’immagine è potente, non ha bisogno di spiegare chi è. Tutti la sanno riconoscere.

rossella oppes ci parla di stile
(Per incontrare Cagliari Moda, Rossella indossa cappotto rosso in cachemire, camicia in seta, skinny jeans e ballerine iconiche francesi) .

Quale è il tuo stilista preferito?

Non ho uno stilista preferito. Conosco e amo la moda, nella sua evoluzione. Forse ho un debole per il “mood parisienne”, Dior in particolare.

Se potessi vivere un’epoca del passato, quale vivresti per indossare la moda del momento?

Vivo nel presente, tutta la mia impostazione è tra presente e ciò che sarà. Del passato ho amato qualcosa di ogni epoca.

Tra Milano, Parigi e Londra, città dove lavori, quali sono i maggiori shopping center?

I miei riferimenti cambiano a seconda del cliente. A Milano sicuramente La Rinascente ed Excelsior Milano; a Parigi gli amanti dello shopping non potranno privarsi de La Fayette; a Londra amo soprattutto le boutique dei designer emergenti.

Puoi anticipare quali tendenze vedremo alla prossima Fashion Week di Milano?

La Fashion Week di Milano è imminente. Mi sentirei di dirvi che lo sporty chic è più che mai attuale. Cappotto in cachemire, pants o dress con la riga laterale e glam sneakers, per esempio.